Plan International lavora per assistere le comunità colpite dal tifone Rai nelle Filippine

Plan International lavora per assistere le comunità colpite dal tifone Rai nelle Filippine

Plan International lavora senza sosta per assistere le comunità più colpite dal tifone Rai nelle Filippine. Insieme ai suoi partner, l’organizzazione risponde ai danni personali e materiali causati da questa emergenza.

Il tifone Rai ha causato quasi 400 morti, provocato forti inondazioni e lasciato una scia di distruzione in 12 delle 17 regioni del paese.

“Quando una catastrofe naturale colpisce un paese, i bambini sono sempre i più vulnerabili, in particular modo le bambine. Ecco perché il nostro intervento si concentra soprattutto su di loro e sulle ragazze, con l’obiettivo di prevenire atti di violenza e minimizzare eventuali situazioni di rischio” dice Concha López, CEO di Plan International.

Consegnati i primi aiuti umanitari

Il team d’emergenza di Plan International è già attivo nelle aree colpite. Nella zona al sud di Leyte, ha distribuito 1.500 kit per l’acqua, 1.500 kit d’igiene e 100 kit d’igiene mestruale. Tra il 23 e il 24 di dicembre, altri 2.000 kit per l’acqua e l’igiene e 100 kit per l’igiene mestruale sono stati distribuiti in altre zone devastate.

L’organizzazione sta preparando altri kit per sostenere le comunità di Pampanga (Luzon) e Cotabato City (Mindanao).

Il tifone ha causato piogge torrenziali e inondazioni che hanno obbligato migliaia di filippini ad abbandonare le loro case. L’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) nelle paese stima che, nelle zone maggiormente colpite, vivono 15,9 milioni di persone.

I danni fisici e materiali sono devastanti: il tifone ha abbattuto linee elettriche, disabilitato le reti di comunicazione, distrutto case, paralizzato i sistema di trasporto e demolito altre infrastrutture come le industrie agricole.

Interessante? Condividi: