In Indonesia facilitiamo l’apprendimento a distanza degli studenti attraverso i walkie-talkie

In Indonesia facilitiamo l’apprendimento a distanza degli studenti attraverso i walkie-talkie

In Indonesia milioni di studenti ancora non possono andare a scuola a causa della pandemia e l’impatto sulla loro istruzione è devastante. La mancanza di accesso a Internet è alla base dell’esclusione digitale delle bambine e dei bambini nelle aree più remote del paese e impedisce loro di seguire le lezioni online.

Eti, 13 anni, racconta che sull’isola di Lembata, usare la tecnologia per studiare da casa è qualcosa d’impensabile. “Da marzo del 2020 studio a casa. Non mi piace perché non posso vedere i miei amici né i miei insegnanti. Inoltre, a fine di novembre, nella nostra zona si è verificata un’eruzione vulcanica e le cose si sono complicate ulteriormente perché la mia scuola è ai piedi del vulcano”.

Per dare risposta alle sfide che gli studenti stanno affrontando per studiare da casa durante la pandemia, Plan International collabora con le autorità educative, il governo locale e le squadre di preparazione alle catastrofi naturali per supportare l’apprendimento a distanza di ragazzi e ragazze attraverso l’uso dei walkie-talkie.

Di recente abbiamo consegnato un lotto di walkie-talkie alla scuola dove studia Eti, frequentata da ragazzi e ragazze di tre paesini della zona dove non c’è copertura né accesso a Internet. Le radio consentono agli insegnanti di contattare facilmente con i propri studenti mentre la scuola è chiusa.

Prima di lanciare quest’iniziativa abbiamo condotto un progetto pilota con quattro gruppi di studenti sparsi nei tre paesini, che è stato un vero successo. Di modo che, tutti i ragazzi e le ragazze a scuola che non hanno accesso a Internet hanno ricevuto una radio.

“Grazie ai walkie-talkie, io e i miei amici possiamo continuare a studiare. Questi dispositivi sono molto utili poiché possiamo seguire le lezioni e mantenere il contatto con gli insegnanti; questo ci motiva a non mollare”, afferma Eti, che fa parte del programma di sostegno a distanza di Plan International.

L’obiettivo di quest’iniziativa è che i ragazzi e le ragazze continuino ad imparare mentre le scuole sono chiuse, che non rimangano indietro con gli studi e che siano pronti a tornare fra i banchi di scuola non appena possibile, riducendo così il tasso d’abbandono scolastico. I walkie-talkie sono utili anche per sviluppare modelli operativi sicuri all’interno delle comunità scolastiche e coordinare buone pratiche d’igiene affinché la scuola possa riaprire con un ampio margine di sicurezza.

Per Eti, essere in grado di connettersi con i suoi amici e insegnanti è una grande fortuna. “È come se fossimo tornati a scuola, anche le lezioni sono sempre molto brevi”, dice. “Spero che il virus scompaia presto e che le cose tornino alla normalità, perché ho tanta voglia di tornare a scuola e studiare insieme ai miei compagni”.

Interessante? Condividi: