Plan International dona 100,000 maschere protettive al Laos

Plan International dona 100,000 maschere protettive al Laos

Plan International, organizzazione umanitaria per i dei diritti dei bambini, ha donato 100,000 maschere facciali alla popolazione della Repubblica Popolare Democratica del Laos per aiutarla a combattere la pandemia del coronavirus.  

L’organizzazione ha usato il proprio sistema logistico per accelerare la consegna del carico di aiuti a Vientiane, visto che il Laos è una delle nazioni più povere dell’Asia Orientale e sta affrontando una forte carenza di strumenti protettivi. Le maschere sono state consegnate oggi al Ministro della Salute. 

Con una popolazione di 7 milioni, la Repubblica Popolare Democratica del Laos occupa il posto 140 – su un totale di 189 – nell’Indice di Sviluppo Umano. Il suo sistema sanitario è ancora molto fragile ed incontra enormi difficoltà nel gestire la peggior crisi sanitaria di un’intera generazione.

“Il personale sanitario di prima linea della Repubblica Popolare Democratica del Laos sta rischiando la propria vita nell’affrontare la pandemia e ha un disperato bisogno di un equipaggiamento protettivo. Le maschere mediche donate al governo aiuteranno a proteggere migliaia di operatori sanitari.” Ha dichiarato Soumya Guha, Direttore di Plan International nel paese. 

La significativa donazione effettuata al Laos, nonostante la carenza globale di Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), è stata resa possibile grazie alla filiera e al sistema logistico di Plan International. L’organizzazione ha usato la sua sofisticata rete di approvvigionamento per il rapido trasferimento di aiuti usando canali stradali che aerei.

Cecile Terraz, Direttore di Logistica di Plan International, ha affermato: “Il COVID-19 è un’emergenza che il settore umanitario non ha mai affrontato in precedenza, tanto per la dimensione come per l’impatto che ha. Ci troviamo ad affrontare realtà e problemi complessi come la carenza di strumenti di protezione, le restrizioni sulla mobilità ed ostacoli logistici per il trasporto degli aiuti dovuti alle chiusure delle frontiere. Grazie a un sistema avanzato di  pianificazione e di approvvigionamento di importanti forniture, siamo in grado di consegnare aiuti salvavita a migliaia di persone che si trovano in condizioni di disperata necessità.”

Plan International sta ampliando significativamente il proprio sistema per la consegna di aiuti e, come parte della sua risposta al COVID-19, nelle prossime due settimane spedirà 1.3 tonnellate di DPI a 12 Paesi usando aerei commerciali. 

La risposta dell’organizzazione, che copre più di 50 nazioni, compreso il Laos, è incentrata sulla protezione di bambini vulnerabili e delle loro comunità dagli impatti del COVID-19.

Nella Repubblica Popolare Democratica del Laos, Plan International ha fino ad ora supportato 5 distretti ospedalieri e 40 centri sanitari nelle province di Oudomxai e Saravane con disinfettanti ed istallando stazioni per lavare le mani. Inoltre, ha supportato corsi di formazione per 294 operatori sanitari di prima linea, comprese 152 donne, nella prevenzione del COVID-19.

L’organizzazione, in collaborazione con il Centro di Educazione e Salute dello Stato, aiuterà a diffondere messaggi per la salute pubblica sulla prevenzione del COVID-19, usando piattaforme multimediali in diverse lingue etniche.

“Il nostro supporto darà priorità a ragazze e ragazzi specialmente nelle comunità remote, poiché sono i gruppi più vulnerabili. Stiamo anche lavorando a stretto contatto con il Ministero dell’Istruzione e dello Sport per far disinfettare le scuole e prepararle per il ritorno dei bambini” ha dichiarato Guha.

Dona a Plan International e scopri di più sulla nostra risposta al COVID-19 facendo clic qui.

Per ulteriori informazioni:

Francesca Mondello, Consulente di Comunicazione, E-mail: comunicazione@plan-international.org,  Telefono:  +39 039 6848701

Interessante? Condividi: