L’agricoltura 4.0 mitiga gli effetti del cambiamento climatico

L’agricoltura 4.0 mitiga gli effetti del cambiamento climatico

Nelson è un agricoltore riconosciuto per la sua grande esperienza nella sua comunità. Formatosi nell’ambito del programma di adattamento ai cambiamenti climatici di Plan International in Malawi, ha appreso una serie di tecniche e conoscenze sull’agricoltura 4.0 (o agricoltura intelligente) che stanno risultando molto utili per combattere la fame nella suo villaggio, nel distretto di Lilongwe.

A causa del cambiamento climatico le condizioni meteorologiche del Malawi diventano sempre più estreme e frequenti. Siccità e inondazioni distruggono interi raccolti, le famiglie perdono la loro unica fonte di reddito e, il cibo, è sempre più difficile da reperire. I bambini soffrono di malnutrizione, condizione che li rende più soggetti ad altre malattie e che può avere un grave impatto sul loro sviluppo.

Le “Field Farmer Schools” hanno migliorato le conoscenze e la formazione dei contadini sull’agricoltura sostenibile e adattata al nuovo clima. Gli agricoltori vengono istruiti su argomenti come la produzione di fertilizzanti, l’utilizzo efficiente dell’acqua piovana o tecniche efficienti di coltivazione. Gli agricoltori leader, come Nelson, trasmettono le loro conoscenze e orientano altri agricoltori su come adottare queste tecnologie agricole migliorate.

Nelson è molto orgoglioso delle sue nuove conoscenze e racconta come, grazie a questo corso di formazione, adesso è in grado di produrre fertilizzanti sufficienti per tutti i suoi campi di mais utilizzando risorse locali.

Negli ultimi anni il villaggio di Nelson ha sperimentato piogge irregolari ed un alto livello di degrado del suolo con conseguente perdita progressiva della capacità produttiva. Anno dopo anno, con le conoscenze limitate di cui disponevano lui e gli altri agricoltori, i campi producevano sempre meno causando una diffusa povertà, un aumento dell’insicurezza alimentare, dei livelli di malnutrizione infantile e dell’abbandono scolastico.

“La fame e la povertà estrema sono un problema del passato. Prima raccoglievo meno di 10 sacchi di mais, ma ora lo stesso campo produce più di 20 sacchi”, afferma con orgoglio. “I miei figli non devono più preoccuparsi di cosa mangeranno. Adesso mia moglie ed io siamo consapevoli di aver dinero suficiente per far fronte alle loro necessità, a casa e a scuola.”

Il progetto di adattamento ai cambiamenti climatici sta migliorando la vita di oltre 1.000 bambini nel distretto di Lilongwe. La malnutrizione infantile prima era un problema serio ma adesso non esiste più, almeno non in questa comunità. Il progetto ha anche istituito gruppi di risparmio, iniziative per migliorare le tecniche di allevamento del bestiame, nuovi schemi di irrigazione, piantagione di alberi e introdotto colture resistenti alla siccità.

Nelson adesso lavora anche como volontario per insegnare ai membri della comunità conoscenze sulla nutrizione.

“Sono molto grato al progetto per tutta la formazione che mi è stata data finora. La mia vita, quella della mia famiglia e della comunità è cambiata in meglio” afferma sorridente.

Interessante? Condividi: