Sai cosa sono i 16 giorni di attivismo per porre fine alla violenza di genere e perché sono così importanti?

Sai cosa sono i 16 giorni di attivismo per porre fine alla violenza di genere e perché sono così importanti?

I 16 giorni di attivismo contro la violenza di genere fanno parte di una campagna internazionale che inizia ogni anno il 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e le ragazze, e termina il 10 dicembre, Giornata mondiale dei diritti umani. Fin dalla sua creazione nel 1991, lo scopo di questa campagna è quello di attirare l’attenzione sulle diverse forme di violenza che molte donne e ragazze affrontano ogni giorno in tutto il mondo con l’obiettivo di prevenirla e sradicarla.

Cos’è la violenza di genere?

La violenza contro le donne e le ragazze è una violazione dei diritti umani che si verifica in tutti i paesi del mondo e mette in pericolo la salute, la dignità e la sicurezza delle ragazze e delle donne.

La violenza di genere colpisce in modo sproporzionato le ragazze e le adolescenti, le quali sono particolarmente esposte a matrimoni precoci, abusi, violenza sessuale, mutilazioni genitali femminili ed altre forme di sfruttamento o tratta. Plan International si concentra nel porre fine alla violenza contro le ragazze e le giovani donne, per soddisfare le loro esigenze specifiche e difendere i loro diritti.

Violenza di genere: la pandemia sommersa

Mentre le misure come il coprifuoco o i lockdown sono state essenziali per fermare la diffusione del COVID-19, il fatto che le ragazze siano state obbligate a non uscire durante la pandemia ha messo in evidenza un aumento del rischio di subire violenza nelle loro case e ha limitato il loro accesso all’istruzione, ai servizi sanitari e di protezione di base così come alle reti di sostegno.

Nella maggior parte dei paesi del mondo, durante il lockdown, c’è stato un aumento della violenza contro donne e ragazze. In Colombia, le segnalazioni di violenza domestica durante la quarantena sono aumentate del 175% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente mentre in Messico, le chiamate ai numeri verdi per la violenza domestica, sono aumentate del 60% nelle prime settimane dopo che il governo annunciasse le misure restrittive.

In Somalia inoltre si è registrato un aumento dei casi di mutilazioni genitali femminili, pratica alla quale le ragazze sono state sottoposte in casa.  

Violenza contro le ragazze e istruzione

La violenza di genere è il principale ostacolo che le ragazze devono affrontare e che limita l’accesso a un’istruzione inclusiva e di qualità. Le ragazze sono generalmente più esposte alla violenza fisica, psicologica e sessuale, fattori che incidono negativamente sui tassi di abbandono e di rendimento scolastico.

La violenza di genere in ambito scolastico ha conseguenze devastanti sulla salute delle vittime; sul loro benessere fisico, psicologico, emotivo e sul loro percorso accademico. La violenza è fortemente correlata con risultati accademici mediocri, insicurezza economica e rischi per la salute a lungo termine, e perpetua cicli di violenza tra generazioni.

Come possiamo porre fine alla violenza di genere?

Porre fine alla violenza di genere significa agire a tutti i livelli: sfidare le norme sociali e i ruoli di genere che tollerano e normalizzano la violenza contro le ragazze e le donne; rafforzare la legislazione e processare gli aggressori.

È essenziale che i ragazzi e le ragazze imparino, fin dalla tenera età, il concetto di uguaglianza di genere, così come è molto importante promuovere il dialogo intergenerazionale sulla violenza contro i bambini. Il dialogo a livello comunitario può servire a sfidare atteggiamenti che perpetuano la violenza di genere.

Come società, dobbiamo promuovere e rafforzare le relazioni non violente, rispettose, costruttive, positive ed egualitarie.

Come possiamo porre fine alla violenza di genere?

Interessante? Condividi: