MENUMENU

Scrivere ai bambini

Sostieni/ Sostieni a distanza un bambino o una bambina

SCRIVERE AL BAMBINO O ALLA BAMBINA DI UN PROGRAMMA DI SOSTEGNO A DISTANZA

Scrivi al bambino o alla bambina sostenuto a distanza

La comunicazione con il bambino o bambina crea un legame davvero speciale. Per i bambini e le loro famiglie è molto importante ricevere una lettera, una fotografia o una cartolina da parte dei loro sostenitori. E’ un motivo di allegria e una dimostrazione tangibile che il sostegno a distanza è anche un legame affettivo. I bambini rispondono sempre alle lettere dei loro sostenitori.

Per questo motivo TI INCORAGGIAMO A SCRIVERE AL BAMBINO O ALLA BAMBINA!

POSSO SCRIVERE AL BAMBINO? COSA SCRIVERE? COSA PUÒ INTERESSARE AL BAMBINO O ALLA BAMBINA? DOVE INVIO LA MIA LETTERA?…”

Sono queste alcune delle domande che ci rivolgono i sostenitori che decidono di scrivere al bambino o alla bambina sostenuto a distanza.

Qui di seguito trovi le risposte a questi dubbi e qualora tu necessiti di maggiori chiarimenti non esitare a contattare il nostro Servizio Donatori (info@plan-italia.org; tel +39 039 684870.1)

POSSO SCRIVERE ALLA BAMBINA O BAMBINO?

SI. Puoi inviare una lettera, una cartolina, un biglietto di auguri, ecc. Nella prima lettera ti consigliamo di presentarti brevemente.  I bambini e le bambine ricevono molto volentieri anche biglietti di auguri per il loro compleanno, o per le festività come il Natale, la Santa Pasqua, se festeggiata nel Paese di appartenenza della bambina o del bambino.

I tempi della corrispondenza non sono immediati e ti suggeriamo di inviare la lettera dedicata ad una specifica ricorrenza, con circa 3 mesi di anticipo rispetto alla scadenza per avere la certezza che arrivi in tempo.

La comunicazione con la bambina/o è alla base del sostegno a distanza. È sempre una forte emozione sia per il bambino/a sia per il sostenitore. Grazie allo scambio epistolare si crea un forte legame e il sostenitore, oltre a condividere con il bambino/a i progressi scolastici e molti aspetti della sua vita, attraverso gli occhi del bambino/a e quelli della sua famiglia, si avvicina e conosce culture differenti dalla sua.

PERCHÈ LE LETTERE SONO IMPORTANTI?

I bambini e le bambine attendono con entusiasmo le lettere dei loro sostenitori e spesso si mostrano orgogliosi con le loro famiglie e con i compagni di scuola.  La lettera che il bambino/a riceve è uno stimolo in più per la sua vita. La “vicinanza” con il suo sostenitore è un’ulteriore fonte di apprendimento per il bambino/a che grazie ai racconti del sostenitore può conoscere culture, abitudini, tradizioni del paese del suo sostenitore.

COSA RACCONTO?

Consigliamo di scrivere utilizzando un linguaggio semplice. Gli argomenti da condividere possono spaziare da chi sei tu, com’è composta la tua famiglia, quali sono le tue passioni, le tue abitudini e tradizioni del tuo Paese, i tuoi hobby, gli sport che pratichi… argomenti che possano essere d’interesse per i bambini e che possano essere da loro compresi considerando che vivono in paesi molto differenti dal nostro.

Può capitare che la comunicazione epistolare non sia una modalità abituale nella comunità dove vive la bambina/o. Affinchè possa rispondere con facilità, consigliamo di porgere loro delle domande per stimolare la corrispondenza.  In molte occasioni non sanno che devono rispondere alla lettera. Per questo, il nostro consiglio è di continuare a rivolgergli/le le domande ancora, anche nelle successive lettere.

CI SONO ARGOMENTI CHE È MEGLIO OMETTERE?

Imparare ed aprirsi ad altre culture può essere molto emozionante, ma si può cadere facilmente in equivoci e offendere involontariamente. Per questo, ti suggeriamo di non trattare temi delicati riguardanti la politica, la religione, animali da compagnia. Per loro infatti gli animali possono avere un significato e un ruolo differente rispetto a quello conosciuto nel nostro Paese e nella nostra cultura. Sempre per gli stessi motivi, si consiglia di non inviare  foto in costume da bagno o che possano mettere in imbarazzo la bambina/o  o mentre vengono accarezzati animali da compagnia.

CON CHE TIPO DI FREQUENZA DOVREI SCRIVERE?

Consigliamo di scrivere tre o quattro volte all’anno affinchè ci sia il tempo per ricevere una risposta tra una lettera e l’altra.

DOVE INVIO LA LETTERA?

Dopo aver scritto la lettera assicurati di:

  • Aver indicato il tuo codice sostenitore (SP) e il codice identificativo del bambino/a (SC) in tutte le pagine e foto che vuoi spedire.
  • Ricorda di non scrivere il tuo indirizzo o dati personali (numero di telefono, email, ecc..)

Le lettere percorrono un cammino lungo e varie persone le rivedono prima di arrivare al destinatario: dogana, traduttori, postini…

  • Chiudi la lettera in una busta e inviala a
Plan International Italia
c/o Vimercate Hub via John Fitzgerald Kennedy, 19 Int C2
20871 Vimercate (MB)

oppure

all’indirizzo email: info@plan-international.it  

RICEVERÒ RISPOSTA ALLE MIE LETTERE?

Tutti i bambini e le loro famiglie manderanno una lettera di Benvenuto ai loro sostenitori.  Dopo questa prima lettera, i bambini/e risponderanno ogni volta che ricevono una lettera.

I bambini e le bambine che non sono ancora in grado di leggere e scrivere riceveranno un aiuto dalle loro famiglie o dallo staff di volontari di Plan International che operano in loco.

I bambini più piccoli generalmente invieranno un disegno.
I volontari locali svolgono un ruolo molto importante poiché sono coloro che raccolgono tutte le risposte che i bambini scrivono ai loro sostenitori
Riceverai sempre l’originale della lettera e la traduzione della stessa, qualora necessario.
Ogni anno, riceverai anche un resoconto sui progressi e sui cambiamenti avvenuti nella vita del bambino/a sostenuto a distanza, della sua famiglia e della sua comunità.

QUAL È IL TEMPO STIMATO PER RICEVERE UNA RISPOSTA DA PARTE DELLA BAMBINA O DEL BAMBINO?

Talvolta possono essere necessari fino a sei mesi. Potrebbe sembrare un tempo molto lungo e quindi cerchiamo di descriverti il percorso che fa la tua lettera prima di arrivare a destinazione. Quando arriva la tua lettera presso la nostra sede Italiana, provvediamo a tradurla in inglese, se necessario, e poi la spediamo insieme ad altre lettere che sono destinate allo stesso Paese. Una volta che la corrispondenza giunge all’ufficio del Paese, la tua lettera viene registrata e tradotta dai volontari nella lingua locale e da lì viene inviata all’ufficio di zona. Lo staff di Plan International insieme ai volontari della comunità sono coloro che consegnano le lettere ai bambini e bambine sostenuti a distanza.

In molte aree in cui opera Plan International non è presente alcun servizio postale. Molte comunità sono raggiungibili solo a piedi, in bicicletta o sul dorso di un asino.

Plan International cerca di garantire una comunicazione fluida tra il bambino/a e il sostenitore, ma ci sono spesso dei limiti oggettivi  per i quali chiediamo ai nostri sostenitori un po’ di pazienza. Tuttavia, se non ricevi una risposta dopo sei mesi dalla spedizione, ti preghiamo di contattare il  nostro Servizio Donatori (info@plan-italia.org; tel +39 039 684870.1) che contatterà l’ufficio locale per avere aggiornamenti in merito alla lettera.

PERCHÈ NON POSSO CONTATTARE DIRETTAMENTE IL BAMBINO O LA BAMBINA?

Ci sono ragioni pratiche per cui non è possibile entrare direttamente in contatto con il bambino o la bambina quali, a titolo di esempio: l’assenza di servizi postali nella zona, la mancanza di un indirizzo postale della famiglia o a causa delle difficoltà linguistiche.
Oltre alle motivazioni sopra indicate, non è possibile entrare direttamente in contatto con i bambini in quanto Plan International si fa da garante nella protezione del minore e del sostenitore.

Ci auguriamo di averti chiarito tutti i tuoi dubbi. Qualora tu abbia necessità di maggiori informazioni o richieste di ulteriori chiarimenti, puoi contattare il nostro Servizio Donatori (info@plan-italia.org; tel +39 039 684870.1)

Se ancora non hai iniziato un sostegno a distanza… puoi farlo ora

SOSTIENI UNA BAMBINA O UN BAMBINO CON PLAN INTERNATIONAL