In Nepal vivono oltre 100 gruppi etnici, che parlano circa 92 lingue differenti.
In Nepal vivono oltre 100 gruppi etnici, che parlano circa 92 lingue differenti. © Plan International/Meike Wirsel

Il Nepal in cifre

Il Nepal è un Paese del sudest asiatico che si snoda a sud dell’Himalaya. All’interno dei suoi confini si ergono i monti più alti del Mondo (Everest: 8.848 m.), così come la regione montana di Pahar, il cuore del Nepal, dove si trovano le valli di Kathmandu e di Pokhara. Il Paese è delimitato a sud dalla pianura di Terai che confina con l’India. L’altezza media delle sue terre è di 3.000 metri.

Abitanti 27,8 Mln. (Italia: 60,7 Mln.)
L'aspettativa di vita 68 Anni (I: 80 Anni)
La mortalità infantile 42 su 1.000 (I: 5 su 1.000)
PNL** pro capite 700 USD (I: 35.540 USD)
Tasso di alfabetizzazione Donne 77 %, Uomini 89 %
Superficie 147.181 kmq, (I: 301.338 kmq)
Capitale Kathmandu
Le lingue nazionali Nepalese
Religione Induismo (80%), Buddismo (9%), altri culti
* su 1.000 nati vivi
** Prodotto Nazionale Lordo
*** nei giovani (15 - 24 anni)
Fonti: UNICEF "State of the World's Children 2014", UNDP "Rapporto sullo sviluppo umano 2014", Ministero degli Affari Esteri

Storia

Il principe Prithvi Narayan diede vita nel XVIII secolo al primo stato unitario a partire da una serie di regni indipendenti. Nel 1948 nacque la prima costituzione nepalese. Nel 1951 il re Tribhuvan trasformò il Paese, dopo un breve esilio in India, in una monarchia costituzionale. A seguito di un primo tentativo democratico, nel 1960 il Parlamento venne sciolto e i partiti messi al bando. Dal 1996 al 2006 una guerra civile vide scontrarsi il Partito Comunista Nepalese contro la Monarchia e il sistema di classi di stampo induista.

La situazione attuale

Nel 2008, a conclusione della guerra civile, venne abolita la monarchia. In quel momento il Nepal divenne una repubblica. Il Presidente è Ram Baran Yadav. Nonostante la fine della guerra, permangono nel Paese le tensioni politiche interne e in alcune regioni sono proseguiti i conflitti armati. Tali tensioni hanno fortemente compromesso lo sviluppo economico del Paese. Il Nepal è una delle Terre più povere dell'Asia. Gran parte della popolazione vive di agricoltura, laddove i raccolti servono principalmente a garantire la mera sopravvivenza. La popolazione si compone di circa 100 diversi gruppi etnici e si parlano oltre 92 lingue differenti. Nonostante la sua abolizione ufficiale, la suddivisione in caste gioca ancora un ruolo preponderante nella regolazione dei meccanismi sociali.

Interessante? Condividi: