Vuoi maggiori informazioni?

Brunella Pacia, Responsabile Comunicazione, Ufficio stampa e PR

Tionge fa parte di un gruppo di giovani attiviste che sta lavorando con il governo del Malawi per abolire i matrimoni prematuri.
Tionge fa parte di un gruppo di giovani attiviste che sta lavorando con il governo del Malawi per abolire i matrimoni prematuri. © Plan International / Marco Betti
04/10/2016

Tionge, giovane donna e leader nella società

Tionge, 24 anni, è una giovane donna che sta assumendo un ruolo decisivo nella società: sono due anni che lei insieme a un gruppo di giovani attiviste stanno facendo una campagna contro i matrimoni prematuri nel loro Paese, il Malawi. “Plan International ci ha formato a lungo per comprendere la legge e i vari meandri legali che sostengono i matrimoni prematuri. Abbiamo avuto incontri con il Ministro delle Pari Opportunità che è stata favorevole e ha sostenuto il nostro impegno nella causa”.

E così nel 2015 è passata una legge che ha dichiarato incostituzionali i matrimoni precoci, tuttavia vi è ancora un paragrafo che permette alle bambine di sposarsi prima dei 18 anni se hanno il consenso dei genitori. Tionge e le altre giovani sostenitrici vogliono far eliminare questo punto per mettere la parola “fine” una volta per tutte ai matrimoni prematuri: il Malawi ha uno dei più alti tassi di matrimoni prematuri, le bambine lasciano la scuola senza alcuna prospettiva per il futuro e spesso sono soggette ad abusi e violenze fisiche.

Tionge è la portavoce del gruppo, studia psicologia e i suoi studi le hanno permesso di comprendere che la vita è fatta da fasi che vanno rispettate, nell’adolescenza si sviluppa l’identità, per cui le ragazze devono poter crescere per vivere in seguito pienamente la vita, “occorre che una donna sia pronta fisicamente e mentalmente per il matrimonio che non è cosa per una bambina di 11 anni, che sta cercando di capire chi è e cosa ci fa al mondo”, spiega Tionge.

Ecco perché per lei è così importante che i matrimoni precoci siano vietati completamente e il suo obiettivo nella vita è che le bambine non diventino più spose, che le famiglie le rispettino, in modo tale che possano studiare, allontanandosi da gravidanze, proprio perché sono ancora bambine!


Interessante? Condividi: