Vuoi maggiori informazioni?

Brunella Pacia, Responsabile Comunicazione, Ufficio stampa e PR

Unlock Unlock the Power of Girls Now” - “Libera il potere delle bambine adesso” - è il nuovo report di Plan International
05/10/2017

Il nuovo report di Plan International: "Libera il potere delle bambine ora!"

Le bambine sono il motore del cambiamento, ma non possono cambiare la loro vita da sole, non hanno le forze per contrastare la violenza e l’ingiustizia che incontrano continuamente sul loro cammino; questo è quanto emerge dall’ultimo report della nostra organizzazione “Unlock the Power of Girls Now” (“Libera il potere delle bambine adesso”) che raccoglie le testimonianze di ragazzi e ragazze dalle diverse parti del mondo: dalla Colombia, all’Uganda, alla Spagna.

Il report si basa su 10 anni di studi della vita delle bambine e delle ragazze; la discriminazione inizia in famiglia e continua in ogni contesto sociale: a scuola, nella comunità, nella società.

A casa devo pulire, lavare i piatti, lavare i vestiti di mio fratello che è portato in palmo di mano e questo mi fa sentire male. Come è possibile che io devo fare tutto e anche lavargli le sue cose? E poi lui può studiare” Paola, 16 anni, Colombia.

La loro vita è dominata dalla violenza di natura fisica, psicologia e sessuale ed è considerata una cosa normale che il genere femminile deve accettare. Purtroppo i governi e la società civile stanno deludendo milioni di bambine, ignorando la realtà che le ragazze vivono quotidianamente.

La violenza e la povertà sostengono la discriminazione di genere; i governi non devono temere di affrontare la discriminazione nei luoghi dove è maggiormente radicata, perché solo così si può raggiungere la parità.

Occorre trasformare i comportamenti e cambiare le regole della società e ciò sarà possibile se le donne saranno maggiormente presenti nella vita politica e sociale, attualmente in mani maschili.

Noi chiediamo una revisione delle leggi e delle politiche per sradicare la discriminazione di genere.


Interessante? Condividi: