Vuoi maggiori informazioni?

Brunella Pacia, Responsabile Comunicazione, Ufficio stampa e PR

Plan International Egitto lavora con la comunità siriana fornendo cibo, protezione, istruzione e opportunità lavorative.
Plan International Egitto lavora con la comunità siriana fornendo cibo, protezione, istruzione e opportunità lavorative. © Plan International/Eman Helal
18/12/2015

Giornata Mondiale dei Migranti: il diario di Beyaan, esule siriana

Il 18 Dicembre è la Giornata Internazionale dei Migranti, al mondo vi sono più di 60 milioni di profughi che fuggono dalle persecuzioni, dalla fame e dalla guerra. In Siria la guerra civile ha causato e sta causando un esodo in massa della popolazione: almeno 300 mila siriani si sono rifugiati in Egitto. Questo è il diario di Beyaan, una ragazzina profuga siriana, raccolto dallo staff di Plan International Egitto che, insieme ad altri bambini, l'ha introdotta in un percorso di formazione scolastica e di aiuto psicologico.

Beyaan vive da un anno in Egitto, ha 17 anni ed è fuggita dalla Siria sotto i bombardamenti. "Mi manca la mia terra, i miei parenti e i miei amici"- racconta Beyaan - "nonostante vivessi circondata dalla devastazione, in uno stato di perenne paura, mi manca la mia Siria".

Beyaan è stata inserita da Plan International Egitto in un percorso scolastico con sostegno psicosociale. "Sono convinta"- continua Beyaan - "che chi è costretto a lasciare il proprio Paese vada incontro a mille difficili sfide: assistere alla distruzione della propria terra mentre la si attraversa, superare le frontiere: la paura non ti lascia mai, è la tua "compagna" di viaggio".

"Una ragazza esule è molto più esposta di un ragazzo alle aggressioni e ai furti, i ragazzi non si trovano di fronte agli stessi rischi, proprio perché sono uomini."

"Da grande vorrei fare il dentista e sogno di poter aiutare il mio Paese e il mio popolo, voglio diventare un modello positivo di donna che vive in Egitto, perché la mia terra sia fiera di me".

Plan International Egitto è attiva ad Alessandria, Il Cairo e Damietta fornendo ai bambini siriani profughi protezione, istruzione: i bambini siriani sono spesso soggetti a bullismo e abbandonano la scuola a causa delle differenze culturali e linguistiche. Noi di Plan  International Italia abbiamo lanciato un appello per la raccolta fondi che andranno al 100% al progettoI have a dream per dare opportunità lavorative alle famiglie siriane, integrandole nel contesto egiziano, riducendo così l’afflusso di migranti verso il Mediterraneo. Inoltre Plan International tramite partner dà assistenza agli esuli siriani in Libano e Iraq.


Interessante? Condividi: