Vuoi maggiori informazioni?

Brunella Pacia, Responsabile Comunicazione, Ufficio stampa e PR

Emergenza terremoto in Nepal
In molte aree la popolazione non ha ancora un rifugio e si ripara come può. ©Plan International
27/04/2015

Appello Plan per Emergenza Nepal

Plan International Italia lancia un appello umanitario per il terremoto, i fondi raccolti andranno al 100% subito e direttamente a Plan Nepal, presente sul territorio dal 1978 con personale locale formato e specializzato. Per noi prioritari nell’emergenza sono i bambini e le comunità vulnerabili, come i Dalit, gli intoccabili, che sono stati gravemente danneggiati dal terremoto.

Plan Nepal si è attivata subito dopo il terremoto in quanto Plan International è nel Paese dal 1978 e ha personale locale formato ed altamente specializzato. Per l’organizzazione umanitaria i bisogni dei bambini e delle comunità vulnerabili sono prioritari nel piano di emergenza post terremoto.

"Squadre di personale specializzato si sono stabilite a Makwanpur and Baglung - aree remote vicine all’epicentro – e un team di valutazione è giunto a Pokhara l’altra sera”, ci riferisce il Direttore Nazionale di Plan Nepal, Mattias Bryneson. “La devastazione è ovunque: edifici crollati, scuole gravemente danneggiate, strade bloccate a causa di frante nelle zone zone rurali. Alcune delle aree più colpite sono abitate dalle comunità dei Dalit che sono le persone più povere i cui umili insediamenti sono crollati alle prime scosse. I Dalit sono considerati “intoccabili”, sono i più poveri ed emarginati tra i poveri e qui l’intervento è il più urgente e grave”.

In coordinamento con il governo nepalese le aree di competenza di Plan per l’emergenza sono: WASH, Salute, Istruzione e Ripari.

Plan International Italia lancia un appello per raccogliere fondi a favore del Nepal. I fondi raccolti in Italia andranno direttamente e al 100% alla sede di Plan Nepal (senza intermediari) e verranno utilizzati immediatamente. Sul nostro sito saranno pubblicati i vari aggiornamenti su come i fondi verranno investiti. Le donazioni sono detraibili dalla prossima dichiarazione dei redditi nella misura del 26%.


Interessante? Condividi: