Vuoi maggiori informazioni?

Brunella Pacia, Responsabile Comunicazione, Ufficio stampa e PR

Terremoto Nepal: Plan International ha soccorso 255.120 persone di cui 106.739 sono bambini.
Plan International ha soccorso 255.120 persone di cui 106.739 sono bambini. © Plan International\Chandra Shekhar Karki
23/10/2015

6 mesi dal terremoto: ora il Nepal deve affrontare il freddo inverno

Le popolazioni del Nepal che vivono nelle zone remote, ad alta quota spesso non vengono raggiunte dagli interventi umanitari. Plan International sta fornendo materiali protettivi ed equipaggerà i centri temporanei per l'istruzione con materiali anti freddo, affinché i bambini e le bambine possano studiare in luoghi confortevoli.

Sono passati sei mesi dal terremoto che il 25 Aprile colpì il Nepal, causando la morte di 9.000 persone, con un impatto negativo su 8 milioni di individui.

Plan International Nepal ha aiutato 255.120 persone di cui 106.739 bambini, fornendo kit per ripari d’emergenza, cibo e acqua, servizi per l’igiene, centri temporanei per l’apprendimento e spazi ad hoc per far giocare in sicurezza i bambini. Tali attività sono state realizzate anche con il contributo dei donatori italiani, le cui donazioni sono state inviate al 100% a Plan International Nepal.

La stagione invernale è molto rigida nelle zone montane già dai primi di Novembre le temperature scendono e raggiungono picchi di -10°C per almeno sei mesi. Le popolazioni che vivono in queste zone sono spesso tagliate fuori dai soccorsi umanitari.

Plan International Nepal sta fornendo loro materiali protettivi (indumenti, coperte, stufe a legna per cucinare, teloni e lampade a energia solare) a 16.000 famiglie ed equipaggerà i centri di apprendimento temporanei con materiali isolanti in modo che i bambini possano studiare al caldo. 

Negli ultimi sei mesi Plan International ha costruito 282 centri temporanei per l’istruzione per 18.353 bambini. Inoltre costruirà scuole sicure che favoriranno il mantenimento delle bambine nelle classi.

L'obiettivo è dare un'istruzione di qualità e accesso allo sviluppo della prima infanzia a 135.000 bambini.

Per sostenere anche tu le popolazioni locali puoi adottare a distanza una bambina del Nepal, contribuendo a dare un aiuto nel medio-lungo termine.


Interessante? Condividi: