150 milioni di bambine saranno costrette a sposarsi entro il 2030
03/12/2018

150 milioni di bambine saranno costrette a sposarsi entro il 2030

 

·       Lo studio " È ora di agire: accelerare gli sforzi per eliminare il matrimonio forzato dei bambini in Asia"mette in guardia sul numero dei matrimoni infantili ed esorta urgentemente a intervenire nei paesi del Sud e Sud-Est asiatico.

·       I paesi del Sud e Sud-Est asiatico continuano ad avere alti livelli di matrimoni precoci. Il Bangladesh è uno dei paesi con il rischio più alto del mondo, con il 52% delle bambine sposate all'età di 15 anni.

·     Il rapporto dettaglia inoltre le iniziative che sono state lanciate nella regione che stanno contribuendo all'obiettivo globale di porre fine al matrimonio infantile e forzato entro il 2030.

 

Bangkok, 3 dicembre- Sebbene le iniziative avviate nel Sud e nel Sud-Est asiatico contro il matrimonio infantile forzato stiano funzionando, è necessario e urgente dedicare maggiori sforzi e investimenti per proteggere le 150 milioni di bambine che si trovano a rischio di essere costrette a sposarsi entro il 2030.Questa è la principale conclusione del nuovo rapporto regionale lanciato oggi da Plan International e dal Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA), "È ora di agire: accelerare gli sforzi per eliminare il matrimonio infantile forzato in Asia".Lo studio illustra in dettaglio gli interventi e le iniziative efficaci avviati nella regione che stanno contribuendo all'obiettivo globale di porre fine al matrimonio precoce forzato entro il 2030, come fissato dagli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Giovani attivisti di tutta l'Asia si sono incontrati a Bangkok per lanciare lo studio insieme a diplomatici, agenzie delle Nazioni Unite, il Comitato per i diritti dell'infanzia, il segretariato dell'ASEAN (Associazione dei Paesi del Sud Est Asiatico), le organizzazioni internazionali, i legislatori e centri di studio.I giovani attivisti hanno condiviso le loro esperienze combattendo contro il matrimonio infantile e hanno chiesto che le prossime generazioni di bambini e bambine possano vivere liberi da questa violazione dei diritti che limita le loro opportunità e mette a rischio la loro vita.I paesi del Sud e Sud-Est asiatico continuano ad avere alti livelli di matrimoni preoci e forzati. Il Bangladesh è uno dei più alti del mondo, con il 52% delle ragazze sposate all'età di 15 anni, mentre in Cambogia il 19% delle ragazze è sposata o in unione civile a quell'età.Le gravidanze durante l'età adolescenziale sono aumentate anche in Asia, dove il 43% di queste gravidanze sono  indesiderate, alcune dentro del matrimonio. Questo tipo di gravidanze indesiderate aumentano anche i tassi di aborto nella regione, che in molti casi sono aborti illegali e in condizioni non sicure.

"Dobbiamo accelerare i nostri sforzi e il nostro lavoro per porre fine al matrimonio precoce e forzato, ed affrontare le cause della gravidanza adolescenziale", ha dichiarato Bjorn Andersson, direttore regionale dell'UNFPA per l'Asia e il Pacifico. " Riuscire ad eliminare la violenza di genere e le pratiche dannose come il matrimonio forzato dei bambini/ e è uno dei principali obiettivi di  trasformazione che l'UNFPA cerca di ottenere. Possiamo raggiungere questo rafforzando le misure per proteggere e responsabilizzare le ragazze, collaborando insieme con la società per affrontare le cause profonde di questi problemi, come la disuguaglianza di genere, la vulnerabilità e la povertà ".

Le norme sociali profondamente radicate attorno ai ruoli e ai valori associati alle bambine contribuiscono al matrimonio infantile e forzato, mentre persistono le circostanze economiche e sistemiche che spingono le famiglie a costringere le ragazze a sposarsi. Tutto ciò provoca gravi conseguenze sulla salute e il benessere delle ragazze, esponendole alla violenza e alle gravidanze indesiderate e limitando loro l'accesso all' istruzione e alle opportunità di lavoro. È una pratica dannosa che sta limitando lo sviluppo economico e sociale di intere nazioni.

"Il matrimonio precoce e forzato è una pratica dannosa che influisce notevolmente sullo sviluppo economico e sociale dei paesi. Con questo rapporto, chiediamo maggiori investimenti e azioni per garantire che il matrimonio precoce sia un problema del passato ", ha affermato Bhagyashri Dengle, direttore regionale di Plan International Asia. "È necessario consolidare i progressi raggiunti e accelerare il cambiamento per garantire che nessuna ragazza rimanga isolata".

Le misure necessarie, basate su dati ed esperienze, passano attraverso il sostegno guidato dai e dalle giovani, un'educazione sessuale completa, l'accesso ai servizi sanitari, la collaborazione di uomini e ragazzi e l'emancipazione delle ragazze per garantire che le loro decisioni siano rispettate, ascoltate e apprezzate. La volontà politica e la legislazione sono le chavi principali per prevenire il matrimonio precoce e forzato, e sostenere i giovani affinché abbiano la libertà di scegliere da adulti con chi, quando e se vogliono sposarsi. Globalmente, 12 milioni di ragazze si sposano ogni anno prima dei 18 anni. Se non verranno adottate misure sostenibili per affrontare questo problema, oltre 20 milioni di ragazze in più saranno costrette a sposarsi entro il 2030. 





Interessante? Condividi: