Bambini siriani che giocano in un centro per lo sviluppo comunitario supportato da Plan International ad Alessandria d'Egitto.
Bambini siriani che giocano in un centro per lo sviluppo comunitario supportato da Plan International ad Alessandria d'Egitto. © Plan International

Profughi Siriani: gli aiuti per l’emergenza in Siria

Stando ai dati forniti a settembre 2015 dal ICMPD (International Centre for Migration Policy Development) sono 7,6 milioni i siriani fuggiti dal proprio paese, la maggior parte dei quali emigrati in paesi limitrofi, come Turchia, Libano e Giordania, che ad oggi si calcola ospitino nel complesso oltre 4 milioni di migranti, tanto da far scattare una nuova fase dell'emergenza profughi siriani.

In particolari si pensi come la Turchia, paese da 75 milioni di abitanti, ospiti al momento oltre 2 milioni di rifugiati siriani. In pratica si parla di 5 profughi siriani ogni 200 abitanti. Situazione forse ancora più critica se si guarda al Libano: 18 rifugiati siriani ogni 100 abitanti (*).

Lo scorso marzo 2016 è stato lo stesso Segretario Generale dell'Onu, Ban Ki-moon, in apertura della conferenza internazionale di Ginevra sui migranti, a parlare di "più grande crisi di rifugiati e sfollati del nostro tempo", evidenziando come ora più che mai sia necessario un drastico aumento della solidarietà globale nei confronti dei profughi scappati dalla Siria.

Profughi siriani: l’emergenza in Egitto

In questi anni il conflitto ha portato a fuggire verso l'Egitto oltre 300.000 migranti, di cui il 49% costituito da donne e il 21% da bambini. Si stima che in Egitto siano arrivati (oltre a siriani) anche 7.000 somali, 19.000 sudanesi e 82.000 rifugiati di altre nazionalità.

Migranti disperati in cerca di un luogo più sicuro dove riprendere la propria vita, lontani dalla guerra, che in Egitto hanno però trovato condizioni sociali terribili, scarse opportunità di lavoro, povertà e concrete difficoltà di integrazione. Per questo molti di loro hanno scelto il viaggio via mare per raggiungere l'Europa, affrontando costi esorbitanti (circa 1500 Dollari a persona), umiliazioni e condizioni di sicurezza inesistenti.

E dunque, come aiutare i profughi siriani? Puoi donare per l'emergenza profughi siriani, sostenendo la campagna "I have a dream..." di Plan International, nata per sensibilizzare i siriani attualmente in Egitto sulle difficoltà di un viaggio disperato via mare, convincendoli a non rischiare la propria vita con traversate della speranza vissute in condizioni terribili, in totale insicurezza e illegalità, con in più l'incertezza e tutte le difficoltà successive allo sbarco in Europa.

Gli interventi di Plan International per i profughi siriani

Il disagio colpisce soprattutto i bambini siriani, costretti a convivere con una situazione scolastica precaria, fatta di episodi di bullismo e violenza, soprattutto per quanto riguarda le bambine. Questo, unito ai costi troppo alti di libri, quaderni, divise e trasporti, che le famiglie non riescono a coprire, porta in molti casi all'abbandono degli studi.

Per venire incontro a questa esigenza, Plan International si è mossa da subito per arginare il problema, garantendo fino ad ora più di 10.540 kit scolastici ai bambini, organizzando classi di recupero e consegnando somme di denaro in contanti a oltre 800 famiglie particolarmente bisognose.

Ad Ottobre 2015 Plan International ha fornito inoltre arredamento scolastico e materiale didattico a oltre 40 scuole che ospitano bambini siriani rifugiati (situate per larga parte nelle città di Alexandria e Damietta), svolgendo poi un'opera di manutenzione di servizi igienici e fornitura di acqua in altre 4 scuole al Cairo.

L'attuale condizione dei profughi siriani in Egitto è resa ancor più difficoltosa dalle condizioni di malnutrizione in cui si trovano i bambini, anche a causa dell'impossibilità di accedere alle vaccinazioni e alle cure mediche di base. Per questo Plan International sta facendo pressione sulle autorità governative affinchè risolvano il problema, offrendo al contempo copertura finanziaria per le vaccinazioni ai bambini siriani.

Al momento Plan International sta aiutando in Egitto oltre 15.000 famiglie siriane offrendo accesso a scuola dei bambini, protezione, cure mediche adeguate, assistenza psicologica e aiuti in denaro.

(*) ICMPD (International Centre for Migration Policy Development), The refugee crisis outside of Europe is much worse, 2015.