Adozione a distanza dossier

Il diritto delle bambine all'istruzione nei Paesi in via di sviluppo

Nel mondo 65 milioni di bambine non hanno alcun accesso all'istruzione, né primaria né secondaria.
Plan Italia ha assemblato questi ed altri dati in un dossier che ha l'obiettivo di presentare nel dettaglio l'importanza dell'istruzione come mezzo per uscire dalla povertà nei Paesi in via di sviluppo e la drammaticità della situazione attuale per la quale nel mondo 30 milioni di ragazzine su un totale di 57 milioni di bambini non hanno alcun accesso alla scuola primaria (dati tratti dal Global Monitoring Report e dall'Istituto di Statistica dell'UNESCO).

Il dossier vuole fornire un approfondimento sulle cause delle disuguaglianze di genere tra le comunità locali, dovute ad un retaggio culturale sulla cui base le ragazze vengono considerate meno preziose dei ragazzi. Questo pensiero comune, contro il quale Plan porta avanti la sua battaglia in 50 Paesi in via di sviluppo è motivo non solo di discriminazioni, ma anche di violazioni dei diritti umani delle bambine e di violenze contro di loro che le portano spesso ad essere sfruttate sin da piccole al pari di schiave, o ad essere date in sposa sotto i 18 anni dalle proprie famiglie o, ancora, abusate da tutor o dai compagni di scuola nel caso in cui riescano a frequentare le lezioni.

Il dossier contiene poi un focus specifico proprio sul fenomeno delle spose bambine, un problema globale al quale occorre porre un efficace rimedio in breve tempo. Si calcola infatti che entro il 2020 saranno 140 milioni le bambine costrette a matrimoni prematuri, matrimoni che mettono a serio rischio la loro vita.

Dossier Plan Italia: i diritti delle bambine